domenica, giugno 17, 2007

medici licenziati, due pesi e due misure nel rapporto di fiducia

Due dirigenti medici sono stati licenziati per essere venuto meno il rapporto di fiducia con l’Azienda (Azienda pubblica) anche se non hanno provocato danni ne’ a persone, ne’ patrimoniali.

Lo staff dirigenziale che ha provocato un disastro amministrativo, con un buco di quasi 10 milioni di euro (di una struttura pubblica), resta al proprio posto provocando licenziamenti per recuperare parte del debito.

Il rapporto di fiducia si misura e si pesa secondo chi bisogna colpire o meno.

Anche i Direttori lavorano basandosi su considerazioni di fiducia, quando finira’ questa truffa?

1 commento:

brunello ha detto...

sono un medico oculista romano ex responsabile unico del servizio oculistico dell' ospedale s. giacomo di roma.
confermo l' arbitrarietà delle decisioni possibili da parte dei dirigenti di una Asl nei confronti dei sanitari.
Personalmente fui oggetto di analoga iniziativa quando nel 1999 avendo terminato il servizio ambulatoriale antimeridiano presso l' ospedale Nuovo Regina Margherita mi sono recato al S. Giacomo per effettuare l' ambulatorio pomeridiano.
Essendo giunto al Nuovo R.M. un paziente oltre l' orario di ricevimento gli fu detto: "il medico se ne é andato!"
Per tutta risposta il paziente si é recato al vicino comando dei Carabinieri per sporgere denuncia.
Dopo 5 giorni ricevo "per conoscenza"(senza neanche essere stato messo al corrente di quanto era accaduto)una copia della proposta di licenziamento del Responsabile sanitario della Asl al Manager.
Soltanto grazie al Dott Mazzocco (manager Asl)che voleva veder chiaro nell' atteggiamento troppo spregiudicato del Dott Macchitella (resposabile sanitario ASl che aveva proposto il licenziamento per "venuto meno unilateralmente il rapporto di fiducia") sono riuscito ad ottenere Kafkiano giurì da cui é uscita la decisione di non cacciarmi dall' Ospedale grazie al mio irreprensibile comportamento nei precedenti 25 anni di servizio, pur avendo creato danno materiale e d'mmagine alla Asl con il mio comportamento (?).
La posizione dei medici ospedalieri non é garantita come le altre figure professionali presenti nella sanità pubblica anche se si ritiene garantita da un contratto nazionale.
Perché...forse perché si!